martedì 20 novembre 2012

Ode all'incoerenza





Freddo acciaio che sinuoso disegni  curve e fievoli linee,
senza timori e senza fermate scorri veloce tracciando il tuo cammino. 
La carne urla il suo dolore, mentre al tuo passaggio un caldo disegno si crea dal nulla,
come un destino già scritto.
Un nastro rosso scarlatto, come fosse inchiostro, corre sulla pelle sudata a delineare l'ennesima sconfitta, che brucia più all'anima che al corpo 


3 commenti:

Bad Hands ha detto...

dopo quasi un anno...
un post che non nasconde cose.. :)
un bacio sun!

Sun ha detto...

Sono scostante in tutte le cose ^_^

Please sorry !!

Bad Hands ha detto...

il post è davvero molto bello però...